6 consigli per addormentare il tuo neonato durante la notte

Portare a casa un bambino appena nato dall’ospedale può portare a diverse emozioni, specialmente se sei al primo figlio/a.

Sarai entusiasta della tua nuova vita insieme, ma anche se molte cose sembrano spaventose, il primo passo da fare per riuscire a non cadere in depressione e riuscire a tarare il tuo sonno con il suo, almeno dopo il primo mese dalla nascita bisogna riuscire ad avere un ritmo di sonno adeguato per poter mantenere una certa calma.

Naturalmente, nelle prime quattro settimane di vita del tuo bambino, dovrai nutrire il tuo bambino ogni 2-3 ore. Sì, questo significa che potresti dover svegliare il tuo bambino per mangiare!
I bambini amano dormire, ma anche nutrirli è importante! Una volta che il bambino mostra una buona crescita e un aumento di peso, puoi iniziare a lavorare per allungare le ore di sonno durante la notte per consentirti di dormire anche a te qualche ora in più.

La maggior parte dei genitori ucciderebbe per 4 ore di sonno, ed è possibile con qualche piccolo consiglio che possiamo darti tra mamme.
Ecco i nostri 7 consigli per aiutare il tuo neonato a dormire tutta la notte.


Metti il ​​bambino in una fascia!

Se non hai provato a fasciare la tua creatura, è ora che inizi! La fascia durante il sonno ricorda al tuo bambino l’utero: stretto, caldo e accogliente.
Inoltre, l’elastico riduce il riflesso di moro che può svegliare un bambino neonato una volta che si è appena addormentato

Tenere le braccia dentro in modo comodo aiuterà il tuo bambino a non svegliarsi e dormirà più a lungo tutta la notte. Inoltre, il tuo bambino inizierà ad associare la fasciatura con il sonno e finirà per sapere che una volta che l’avvolgimento è attivo, è ora di fare le nanne.


Sveglia bimbo durante il giorno

La maggior parte delle persone ti dira di non svegliare mai un bambino che dorme, tuttavia se dobbiamo tenere una linea di pasti ben precisi, dobbiamo svegliarlo altrimenti sarà lui che ci sveglierà di notte. Il nostro bambino non risentirà assolutamente se lo sveglieremo per mangiare alla sua ora giusta per il pasto.

Se non li svegli durante il giorno, ti sveglieranno di notte!
Ci sono una certa quantità di calorie di cui il tuo bambino ha bisogno in 24 ore e se assume meno di giorno sarà sicuramente sua intenzione assumerle di notte.


Lascia entrare il sole!

La luce del giorno aiuterà il tuo bambino a capire la differenza quando è il momento di dormire. Vai fuori e porta il tuo bambino alla luce del sole in una bella passeggiata rigenerante sia per te che per lui.

Una passeggiata all’esterno espone il bambino alla luce e potrebbe dormire meglio durante la notte. Durante il risveglio, assicurati di esporre il bambino alla luce del sole. Se non puoi uscire, accendi le luci!

Consiglio: durante le ore notturne, non guardare la TV, il tuo bambino si sveglierà sia per il rumore sia per i fasci di luce che possono cambiare di colore e stimolare la vista.


Fallo addormentare da solo

Stendere il bambino due volte al giorno per un pisolino è davvero utile per i bambini piccoli.
Questo permette loro di imparare come addormentarsi da soli.
Per far addormentare il tuo bambino, avvolgilo semplicemente, muovi la giostrina della musica, dai un ciuccio (se lo ritieni utile) e metti il bambino giù quando è addormentato.

Consiglio: Cerca di mettere il bambino giù quando non sono completamente addormentati, in modo che possano imparare come addormentarsi da soli.


Il pisolino

I pisolini sono importanti e cruciali per lo sviluppo del tuo bambino. Il buon sonno durante il giorno porterà a dormire meglio di notte! 
Capire che un neonato può fare un sonnellino da solo 20 minuti a 2 ore. I pisolini diventeranno regolari e coerenti a partire da cinque mesi.
Tuttavia, dovresti sempre offrirti un pisolino durante il giorno. La giusta lunghezza per offrire un pisolino è ogni 60 – 90 minuti.

Non dimenticare i nostri consigli elencati qui sopra per farli dormire! Quando i bambini sono stanchi, ricevono una scarica di adrenalina e diventano difficili da mettere giù a fare il loro riposino.

Ecco alcune idee per trascorrere del tempo intimo con il tuo partner

Quando è stata l’ultima volta che tu e il tuo partner avete avuto un appuntamento ?

Non è forse passato molto tempo da quando vi siete risvegliati abbracciati sul divano sotto una bella coperta?

Da mamme vi capiamo, i momenti di intimità di coppia sono pressoché spariti dalla nascita del pupo.

Anche se avete una Babysitter affidabile e seria, risulta molto difficile trovare dei momenti tranquilli da condividere con il proprio compagno.
Momenti imperdibili che da quando è nato vostro figlio/a, i pianti e il bambino che dorme poco possono essere veramente un grosso problema per la resistenza della vostra vita di coppia.

Per fortuna, i bambini si addormentano ad un orario umano e ci lasciano parecchio tempo per poterci dedicare al nostro partner sia a livello intimo sia per una semplice chiacchierata che fa sempre bene al corpo e alla mente.

5 Attività da fare la sera con il vostro partner

Una Cena a lume di candela

Un classico dei momenti intimi di coppia, la cena a lume di candela ha sempre il suo fascino sia a livello amoroso sia a livello rilassante. Preparate la tavola con delle candele profumate, evitate però un profumo troppo forte che potrebbe rovinare l’olfatto durante la cena.
Prepara delle portate semplici e che non richiedano troppo impegno nella cottura, calcola che stare tutto il tempo a cucinare non ci porta sicuramente ad una novità nella figura di mamma e casalinga. Anche un ricco antipasto ( Che puoi preparare prima ) e un primo completo può essere un ottimo menù ” Intimo “.
Fai attenzione a non preparare piatti troppo pesanti per evitare di spegnere tutta la passione della serata.

Gioco da tavolo

Se vi piacciono i giochi da tavolo, questo è un modo divertente per riconnettersi! Anche se non sono la tua cosa preferita al mondo, giocare contro il tuo partner aggiunge sicuramente uno strato di eccitazione che potrebbe sfociare in una serata più che rilassante.

Pianifica una vacanza

Scrivi un elenco di mete da sogno che vorreste visitare insieme, anche piccoli viaggi di uno o due giorni che possono migliorare il feeling di coppia e la gestione della vostra armonia. Questi viaggi possono essere pagati anche accantonando due semplici euro al giorno come fondo vacanza di coppia. Ovviamente capiamo che questo punto è fattibile solo se avete la possibilità di lasciare i bambini a qualche parente o ai nonni.Film all’aperto

Degustazione di vini o liquori

Se tu e il tuo partner siete amanti del buon vino o di liquori particolari, puoi organizzare una serata dedicata a questa degustazione. Passate all’enoteca sotto casa e prendere una buona bottiglia di vino rosso e un buon liquore particolare, che si sposi bene con una degustazione di coppia.

Dopo che i bambini sono andati a letto, prepara alcuni bicchieri da sorseggiare insieme ad alcuni buoni spuntini e organizza una bella degustazione di coppia che potrebbe rafforzare il rapporto intimo e di coppia.

Un buon film in streaming

Il massimo del confort di coppia è sicuramente un bel film in casa sul divano e dei pop corn fatti al microonde. Cercate di scegliere un film che possa piacere anche al vostro partner per evitare che lui passi tutta la serata al cellulare annoiato.

Coccole e Relax per riscoprire l’affiatamento di coppia

Lo sappiamo che è inutile negare che l’arrivo di un figlio può veramente mettere in crisi la coppia, la tendenza ad allontanarsi e spaccarsi a volte può essere tale da portare la coppia a divorziare quando ancora il bambino è piccolo.

Ma perché succede cio?

In questo scenario la parte e le colpe vengono divise comunemente da tutti e due i genitori. La mamma si lamenta che il papà non fa nulla e non da una mai una mano con i figli, mentre il papà che da uomo è molto più frivolo pensa che la mamma non possa essere stanca solo per aver accudito un bambino durante la giornata.
Quindi se vogliamo mantenere un buon rapporto di coppia è sempre preferibile riuscire a ritagliarsi alcuni momenti di intimità anche a volte abbandonando il bambino ai nonni per qualche nottata al mese.
Potreste addirittura pensare a dei giorni fissi dove il bambino possa stare con la babysitter e voi programmare delle serate a tema come quelle descritte nei paragrafi precedenti.
Insomma, bisogna darsi da fare anche in questo campo se vogliamo che la nostra coppia non cadi sotto i colpi della mancanza di tempo per stare assieme.

Come disinfettare i giocattoli dei bambini

Ormai con tutti i batteri che esistono e tutte le resistente che il nostro corpo ha sviluppato diventa sempre più difficile pulire i giocattoli dei nostri bambini.
Stai pensando a come disinfettare i giocattoli dei bambini nel modo giusto?
Sei preoccupata che i giocattoli del tuo bimbo si stiano sporcando troppo ?
Hai bisogno di un disinfettante naturale per disinfettare i giocattoli del tuo piccolo?

Oggi pensavo che potremmo parlare di come disinfettare i giocattoli dei vostri figli.
I giocattoli per bambini sono proprio come i tuoi figli, hanno bisogno di essere curati adeguatamente o potrebbero far star male il tuo piccolo.
In questo articolo ti diremo come pulire e disinfettare i giocattoli in modo sicuro, rapido ed efficace.

Perché pulire i giocattoli per bambini?

I bambini e i giocattoli condividono un legame speciale che si sposa al meglio nella sporcizia quotidiana. Sono molto legati ai loro giocattoli e spesso li portano con sé ovunque e quando dico ovunque se li portano davvero in qualsiasi posto.
La maggior parte dei bambini li mette in bocca e a volte li condivide con i loro fratelli o con altri bambini. Quindi, pulire e disinfettare i giocattoli è molto importante per tenere a bada le malattie e mantenere i bambini sani. ( Si lo sappiamo benissimo che una volta i bambini giocavano per terra e non si ammalavano, ma ad oggi avere un bambino richiede pulizia e igiene anche per i suoi giocattoli )

Come disinfettare i giocattoli per bambini nel modo giusto?

Prima di passare alla vera e propria pulizia, e meglio se dividiamo i giocattoli per il materiale con cui sono fatti prima di rovinarli irreparabilmente.

Tipi di giocattoli

  • Peluche o giocattoli di Pezza
  • Giocattoli da Bagno
  • Giocattoli di plastica
  • Giocattoli di gomma
  • Giocattoli in silicone
  • Giocattoli di legno
  • Bambole con i capelli
  • Giocattoli con batterie
  • Giocattoli da cavalcare

Peluche e Giocattoli di pezza

I peluche dei bambini possono essere lavati a mano o in lavatrice. Se li lavi a mano, lavali semplicemente con uno shampoo delicato o uno shampoo per bambini. Falli asciugare come se fossero dei comuni vestiti, evita di farli asciugare nella asciugatrice per evitare che si rovinino con il calore.

Se li lavate in lavatrice mettete tutti i giocattoli insieme in un telo coperto (è possibile utilizzare anche una fodera del cuscino) e lavare in modalità delicata. Fate come sopra asciugare all’aria o asciugare al sole.
L’asciugatura al sole è sempre la migliore.

Giocattoli da bagno:

Si dovrebbe fare molta attenzione con i giocattoli da bagno.
I giochi da bagno rendono divertente il bagnetto, ma attirano anche molti germi e muffe a causa dell’umidità. Quindi dovresti provare a pulirli tutti i giorni, asciugarli e conservarli in cestelli di filo metallico o sacchetti di filo appeso. Puoi disinfettarli con del semplice sapone prima del bagnetto.

Giocattoli di legno:

Anche se i giocattoli di legno sono ecologici, hanno il grosso problema della pulizia.
I giocattoli di legno non possono essere immersi nell’acqua come gli altri giocattoli, il legno purtroppo tende a gonfiarsi una volta bagnato, quindi va evitato il contatto prolungato con acqua e umidità.

Quindi puoi pulire questo tipo di giocattoli con un panno umido e qualche goccia di sgrassatore, asciuga poi il tutto con un panno asciutto per evitare che il bagnato intacchi il legno.

Giocattoli in plastica, gomma e silicone:

Per pulire questi giocattoli, aggiungi semplicemente disinfettante naturale in acqua tiepida o aggiungi lo shampoo per bambini in acqua, immergili per 15-20 minuti. Puoi lavarli anche con le mani senza l’utilizzo di spazzolini o di un panno che può aiutarti a pulire tutte le insenature del giocattolo.

Bambole con i capelli:

Sono sicuro che le mamme con figlie femmine a casa saranno più alle prese con le pulizie di Barbie e Little Pony. Quindi, per le bambole con i capelli, possiamo usare del comune shampoo per capelli o anche quello per bambini, ricordati di non usare acqua calda per evitare di rovinare i colori della plastica.
Non dimenticarti di pettinare i capelli bagnati lentamente prima di lasciarli asciugare completamente.

Giocattoli con batterie:

Per questi tipi di giocattoli rimuovi la batteria prima di pulirla e assicurati di non mettere questo tipo di giocattoli in acqua ( Rischieresti di rovinare e far ossidare i contatti irreparabilmente ) . Per pulirli immergi un panno nel disinfettante tipo amuchina e passa il giocattolo delicatamente, ricordati anche di controllare ogni tanto se la batteria perde e tienile cambiate.

Qual è il modo migliore per disinfettare i giocattoli?

Noi genitori optiamo per prodotti privi di sostanze chimiche quando si tratta di bambini. L’utilizzo di prodotti naturali è sempre il modo migliore per pulire e disinfettare i giocattoli visto la passione dei bambini di mettersi i giocattoli in bocca.

Quindi visto che siete arrivati fino a questo punto voglio condividere con voi questa ricetta per creare un disinfettante naturale che potete creare voi in casa con 3 semplici ingredienti.

Ecco la ricetta per il disinfettate naturale per pulire i giocattoli dei vostri bambini.

ingredienti

  • Acqua calda – 500 ml
  • Aceto bianco – 50ml
  • Acqua di rose – Qualche goccia (Non è obbligatoria ma aiuta a togliere l’odore dell’aceto se magari i vostri bambini non sono abituati )


Come usare questo disinfettante naturale

  1. Mescolate gli ingredienti in un bacinella mantenendo le proporzioni in base ai giocattoli che vuoi immergere.
  2. Immergete i giocattoli per 15-30 minuti nel disinfettante naturale, una volta immersi potete risciacquarli con acqua corrente fredda e asciugarli con un panno.


E voi come pulite i giocattoli dei vostri bimbi? Ogni quanto e in che modo effettuate la pulizia?

Fateci sapere qui sotto nei commenti la vostra !

Acquista su Amazon

15,89€
35,56
disponibile
1 nuovo da 15,89€
1 usato da 9,23€
Amazon.it
Spedizione gratuita
9,99€
49,99
disponibile
1 nuovo da 9,99€
Amazon.it
Spedizione gratuita
25,09€
34,90
disponibile
56 nuovo da 21,29€
Amazon.it
Spedizione gratuita
8,99€
17,56
disponibile
1 nuovo da 8,99€
Amazon.it
Spedizione gratuita
22,99€
35,99
disponibile
1 nuovo da 22,99€
1 usato da 14,64€
Amazon.it
Spedizione gratuita
32,39€
34,99
disponibile
30 nuovo da 20,55€
Amazon.it
Spedizione gratuita
13,50€
14,90
disponibile
24 nuovo da 12,70€
Amazon.it
Spedizione gratuita
17,17€
disponibile
22 nuovo da 16,50€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il Maggio 12, 2019 1:57 am

5 modi per intrattenere i bambini

Trovare modi per intrattenere i bambini non è sempre facile sopratutto in questi anni dove i bambini si divertono solo davanti allo smartphone.
La loro capacità di attenzione è relativamente breve quando sono abbastanza giovani e devi trovare attività appropriate all’età. Ora i bambini escono meno di una volta e probabilmente non hanno tutta questa passione a stare all’aria aperta.

Ma se vuoi giocare con i tuoi figli, ma come ti vengono in mente i giochi che apprezzeranno?

È facile metterli davanti al televisore o dare loro un iPad per tenerli distratti. Tuttavia, si consiglia sempre di limitare la quantità di tempo che i bambini trascorrono davanti a uno schermo.

Abbiamo quindi raccolto alcune idee interessanti che possono aiutarti ad intrattenere i tuoi bambini con semplicità.


Organizza una caccia al tesoro

La caccia al tesoro può essere un’idea eccellente per ogni fascia di età.
Per gli adulti puoi organizzare una caccia al tesoro più adatta ai loro interessi con enigmi e indovinelli molto complessi cosi da fargli spremere le meningi per bene.
Invece per i bambini bisogna organizzare una caccia al tesoro semplice da portare a termine.

Ciò che rende così difficile la caccia al tesoro è che le opportunità sono quasi infinite, sia per grandi che per piccini.
Calcola ovviamente che se organizzi qualcosa per dei bambini devi organizzare dei piccoli premi sia per i vincitori ma anche per chi dovesse perdere, evitiamo di avere i nostri bimbi tristi per aver perso.
Una piccola ricompensa può anche essere un piccolo cioccolatino o qualche caramella.


Crea una lezione di cucina homemade

Coinvolgere i bambini in cucina è sicuramente una delle attività più interessante da fare anche se stiamo parlando di una attività che va fatta con bambini di almeno 7 anni, per mantenere la sicurezza davanti ai fornelli e con attrezzi di cucina particolari.

Se senti che tuo figlio è grande abbastanza, fallo diventare l’insegnante e tu lo studente. Quando un bambino diventa un leader, aiuta a tenerli impegnati e li incoraggia a ritrarre più fiducia in ciò che stanno facendo.


Fai delle piccole creazioni di Cartapesta

Questa probabilmente è una attività che potete fare ma solo se siete amanti del craft e dei lavoretti con la colla, la manualità necessaria può mettervi alla prova nella realizzazione finale e nella progettazione della idea.

Anche se sicuramente non stiamo parlando di una attività troppo difficile, infatti realizzare piccoli lavoretti con la cartapesta è veramente alla portata di tutti.
Il materiale occorrente è veramente poco e di poco costo ( Basta un pò di colla stick, carta crespa e un paio di forbici ) per poter realizzare con i vostri bambini una attività fantastica.

Crea la sabbia cinetica in casa

La sabbia cinetica è uno dei giocattoli ever green per intrattenere i bambini, un prodotto che già da anni è reperibile in qualsiasi negozio di giocattoli. Non fa male ed è realizzazione con prodotti Low cost anche in casa se non vogliamo acquistare quelle in commercio.

Per realizzare la sabbia cinetica in casa abbiamo bisogno di:

300 g di farina integrale o semolino
300 g di amido di mais
100 ml di olio (anche quello Johnson);

Si prende una ciotola che magari non utilizzate per mangiare e con i guanti in lattice bisogna impastare tutto assieme, una volta mescolato il tutto bisogna aspettare che si rassodi ed il gioco è fatto.

Una volta creato l’impasto, puoi arrotolarlo e tagliarlo in diverse forme, la sabbia ogni volta che viene re-impastata torna della sua forma.


Diventa un designer di moda

Una delle basi di ogni bambino è sicuramente la passione per dipingere e per disegnare, questa passione viene perso una volta che il bambino va a scuola e la sua arte viene frenata da schemi irrazionali.
Quindi per realizzare il nostro intrattenimento non serve altro che una camicia o maglietta bianca e dei colori per pitturare.

Possono andare bene anche delle tempere classiche che una volta bagnate con l’acqua possono essere utilizzate per dipingere cartelloni e vestiti.
Ovviamente cercate di far indossare un grembiule ai bambini, in modo da farli impersonare direttamente nella chiave del gioco come protagonisti.

Intrattenere i vostri bambini non è sicuramente facile sopratutto se abbiamo anche i loro amici per casa, ma se dobbiamo intrattenerli queste sono sicuramente le soluzioni più pratiche e più economiche per passare un buon pomeriggio tutti assieme.

Festa della Mamma; Ecco alcuni accorgimenti

Ogni 2° domenica di Maggio arriva puntuale la Festa della Mamma, la ricorrenza Mondiale che festeggia la Mamma come figura traghettante della economia familiare.

Festa della mamma, ecco come organizzare una giornata fantastica

La festa della mamma è sicuramente la ricorrenza simbolo delle madri di tutto il mondo, una giornata dedicata completamente alla figura cardine della famiglia che con fatica e devozione molte volte porta avanti gli equilibri familiari in condizioni veramente pessime.
Se volete festeggiarla in un modo dignitoso dovete tenere in mente qualche piccolo appunto per evitare di sbagliare i passi nella organizzazione.

  1. Evita di strafare: La mamma è sicuramente contenta anche se fate una piccola festa senza strafare ed esagerare. Cercate di alleviare i suoi compiti giornalieri e cercate di aiutarla in questo giorno per fargli capire che siete consapevoli dei suoi enormi sacrifici giornalieri.
  2. Una piccola cena tutti assieme: Se avete 20 anni, uno dei regali migliori che potete fare alla vostra mamma e sicuramente quello di cenare con lei con tutta tranquillità, una delle paure più grandi di una madre che vi vede crescere è sicuramente quella di perdervi, con una cena in tutta tranquillità potrete stargli vicino e ricordargli i momenti quando eravate piccoli.
  3. Se volete fargli un regalo: Se volete fargli un regalo andate sul classico, una giornata dall’estetista o un bel fiore colorato sono sicuramente regali che possono piacere a tutte le donne e mamme. Se la vostra mamma è amante dei trattamenti, provate a regalargli qualche ora di relax, in commercio esistono molti pacchetti sconto che con qualche euro vi consentono di fare un figurone.

In particolare ogni mamma non desidera un regalo fisico ma un pò di attenzioni, imparate a non dare tutto per scontato e a rispettare la donna che ogni giorno vi fa trovare pranzo e cena e vi cura, queste attenzioni molte volte valgono più di mille feste della mamma.

La festa della mamma in tutto il mondo

Per come viene inteso il figlio Italiano mammone, potremmo pensare che la festa della mamma sia un’esclusiva tutta Italiana.
Niente di più sbagliato, mentre in Italia la festa della mamma è stata riconosciuta nel 1933, in America già nel 1870 venne proposta la prima celebrazione per la mamma.

In Svizzera  nel 1917 in Svizzera, nel 1918 in Finlandia, nel 1919 in Norvegia e in Svezia, nel 1923 in Germania e nel 1924 in Austria, dunque anche i paesi più freddi a livello di interazioni familiari hanno riconosciuto la figura della mamma e dedicato a essa una festa con tutti i crismi.

Ovviamente in monti paesi ( Specialmente del terzo mondo ) la figura della donna e figuriamoci quella della mamma è totalmente vessata nelle sue prerogative e nel suo riconoscimento di donna e di figura centrale della famiglia, nonostante molte volte sono proprio le donne a sostituire i mariti che muoiono in giovane età per via dei lavori in condizioni di sicurezze precarie.

Come evitare le smagliature durante la gravidanza

Per molte donne smagliature equivale a insicurezza e sensi di colpa, ma se questo inestetismo viene dopo la nascita di nostro figlio sicuramente viene accettato più facilmente o sbaglio? Forse uno degli aspetti secondari peggiori per una donna, sopratutto se in giovane età.

Le smagliature sono una parte della vita, causata da un rapido aumento di peso, e mentre le smagliature non scompariranno completamente, l’unica cosa che possiamo fare è cercare di mantenere la pelle elastica ed evitare che ne compaiano delle nuove. Le smagliature sono un’effetto naturale della pelle quando aumentiamo velocemente di peso, quindi non obbligatoriamente un problema solo della gravidanza, ma un problema che seguirà la donna fino ai 60 anni di età, quando la pelle rimarrà meno elastica e avvezza alle smagliature.

Come sono le smagliature

Le smagliature sono linee o segni scoloriti che appaiono ovunque la pelle si è strappata per allungarsi e allargarsi rapidamente.
Questi segni possono essere rosa, rossi o viola e tendono a svanire in argento o viola chiaro nel tempo.
Le smagliature possono uscire sia agli uomini che alle donne e sorgono ogni volta che si verifica un aumento di peso significativo, dalla gravidanza, alla costruzione muscolare o escono con un aumento di peso significativo e in poco tempo.
L’aspetto delle smagliature, sono in realtà delle cicatrici dalla pelle che si estende e si lacera. Le posizioni più comuni per le smagliature durante la gravidanza sono le cosce, lo stomaco, il sedere, i fianchi e il seno, le zone che sono soggette maggiormente all’aumento o diminuzione della loro massa.

COME EVITARE LE SMAGLIATURE

L’unico modo per evitare le smagliature è di mantenere la pelle idratata con l’uso della lozione, ma anche con l’idratazione quotidiana possono fare la loro comparsa.
Anche se il nostro consiglio è sempre quello di evitare e di prevenire questi problemi, molte donne vedranno comparire in gravidanza piccole smagliature e inestetismi che probabilmente scompariranno dopo che la pelle sarà tornata alla sua normale estensione.


COME TRATTARE LE SMAGLIATURE

Il miglior trattamento per le smagliature è quello di rimanere idratati e utilizzare una crema specifica per smagliature.
Questi prodotti hanno ingredienti scelti per aiutare a ridurre l’aspetto e curare la pelle, costruendo il collagene per aiutare ad addensare la pelle e mantenere l’area idratata.
Le smagliature si sbiadiranno nel tempo e utilizzando alcune delle migliori creme per smagliature si può ridurre la loro visibilità e aiutare a guarire la pelle più rapidamente.

Le migliori creme per le smagliature in Gravidanza

Il mercato attuale è pieno di creme per le smagliature, specialmente quelle associate alla gravidanza, che da sempre è associato ad un business incredibile, cercate quindi di imparare a scegliere autonomamente il prodotto migliore per la vostra pelle e per i vostri problemi, noi qui sotto abbiamo voluto raccogliere le migliori per la nostra esperienza di madri.

Le seguenti migliori creme sono organizzate in categorie per facilitare la ricerca del miglior prodotto adatto alle tue esigenze e adatto al tuo budget, anche se stiamo parlando di creme che vanno utilizzate nel periodo della gravidanza e quello subito dopo il parto, una sorta di tampone temporaneo per salvare e idratare la nostra pelle.

Non importa a che punto tu sia nella tua gravidanza, ricorda che le smagliature sono un fattore naturale e completamente curabile, evita quindi inutili pensieri e tristezze per questi piccoli segni estetici che non potranno mai abbattere la felicità della nascita di vostro figlio.

Qui di seguito ti consigliamo alcune creme per prevenire le smagliature in fase di gravidanza o post partum.

Acquista su Amazon

27,67€
42,90
disponibile
41 nuovo da 15,50€
Amazon.it
Spedizione gratuita
7,50€
15,00
disponibile
35 nuovo da 7,50€
Amazon.it
Spedizione gratuita
29,70€
47,00
disponibile
2 nuovo da 29,70€
Amazon.it
Spedizione gratuita
11,99€
disponibile
1 nuovo da 11,99€
Amazon.it
Spedizione gratuita
16,90€
39,90
disponibile
1 nuovo da 16,90€
Amazon.it
Spedizione gratuita
31,61€
42,90
disponibile
22 nuovo da 30,40€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il Maggio 22, 2019 12:25 am

Bambini e Animali; Ecco alcuni consigli per una convivenza serena

Quando nasce un figlio e abbiamo un animale in casa sicuramente si aprono molti spiragli su piccoli problemi di convivenza tra la creatura e il vostro amico a 4 zampe, vediamo assieme alcuni accorgimenti che ci possono aiutare a far convivere queste due creature nel miglior modo possibile.

Bambini e Cani, ecco alcuni consigli pratici

Cane grosso o cane piccolo quando ci sono di mezzo dei bambini non c’è molta differenza, un morso o un graffio può fare danni in qualsiasi caso.
Il grosso dei problemi nella convivenza tra bambini e animali viene a crearsi sopratutto quando il cane è più anni che è con noi e da un giorno all’altro cerchiamo di cambiargli tutte le abitudini che ormai il cane ha assunto con regolarità.
Cercare di cambiare le abitudini dopo alcune anni dove sono state consolidate potrebbe essere una vera e propria impresa, ma ci sono alcuni accorgimenti che possiamo usare per far capire al nostro cane che l’arrivo di nostro figlio/a non è poi la fine del mondo per lui.

Non fategli mancare le carezze e le attenzioni: Dovete pensare che anche il vostro animale è abituato molto bene sia per coccole e carezze, è facile che il vostro animale possa associare la nascita del bambino al cambio di abitudini e iniziare a vederlo come un nemico, una sorta di concorrenza sleale. Cercate quindi di non fargli mancare qualche carezza e attenzione.

Evitate di spostargli la cuccia: La cuccia viene vista dal vostro cane come una sorta di casa e luogo sicuro, evitate di spostare bruscamente la sua cuccia e iniziate con un approccio molto soft allo spostamento in modo da non causa nessun trauma o stress.

Insegnate a vostro figlio il rispetto per gli animali: Evitate di far mettere le mani nella ciotola del vostro cane mentre mangia, o di far tirare la coda al cane anche solo per gioco, molte volte il cane può reagire anche in modo rabbioso, l’animale non sa che il vostro bimbo sta giocando e potrebbe vedere questi gesti come un attacco. Sta a voi quindi insegnare a vostro figlio il massimo rispetto per gli animali.

Anche il gatto può rappresentare un problema per il vostro bambino?

Il gatto è sicuramente uno degli animali più tranquilli per definizione, vuoi la sua piccola mole o la sua natura sormiona durante la giornata non si posizionano nella classifica degli animali pericolosi per i nostri figli, ma gli artigli affiliati possono essere letale per gli occhietti vispi dei bambini, bisogna quindi ricordarsi alcuni appunti prima di iniziare una convivenza tra gatto e bambini.

Mai disturbare il gatto quando dorme: Far spaventare il gatto quando dorme potrebbe essere pericoloso, la sua anima e natura felina lo portano a reazioni predatorie se viene fatto spaventare. Quindi insegniamo al nostro bimbo di farci sempre riconoscere prima di far spaventare l’animale, con delicatezza e attenzione possiamo evitare moltissimi incidenti domestici.

Non far toccare il cibo del gatto mentre mangia: Insegnate sempre che non si deve toccare la ciotola dell’animale di casa, il loro senso di caccia potrebbe provocare diversi danni al nostro bambino, e purtroppo non è colpa del gatto, il suo istinto è quello di difendere il proprio territorio e il proprio cibo da qualsiasi intruso.

Evita di sconvolgere le abitudini del tuo gatto: Cerca di disegnare degli spazi che il tuo bambino non dovrà invadere, per una questione di igiene e per una questione di sicurezza è sempre meglio che il tuo bambino non abbia mai contatto con la ciotola e la lettiera del vostro animale.

La pulizia è fondamentale per una corretta convivenza

Senza che sembri un tema retorico, quando avete un animale e un bambino per casa, la pulizia deve essere un elemento fondamentale per una corretta convivenza. Nonostante molte volte può non sembrare un problema, l’esposizione al pelo continua o a dei problemi di igiene dei vostri animali potrebbe essere un problema in via crescendo.
Controllate sempre che il cane o il gatto non abbia piccole pulci e zecche addosso, a volte il bambino potrebbe strapparla causando un grosso danno sia per lui stesso che per il nostro animale.